Vai al contenuto
Caricamento Eventi

AI Literacy e Biblioteche: parole chiave e sfide per un approccio consapevole

Questa sessione sarà dedicata all’analisi di determinati aspetti del più ampio e sfaccettato tema dell’Intelligenza Artificiale (AI) applicata al mondo bibliotecario. Insieme ai relatori, procederemo per parole chiave che verranno via via affrontate per stimolare la riflessione sulle sfide e sulle opportunità offerte all’ecosistema bibliotecario e alle sue comunità.
L’AI sta rivoluzionando qualsiasi aspetto della nostra vita ed è indiscutibilmente lo strumento che maggiormente plasmerà il nostro immediato futuro, tanto come cittadini che come professionisti. Alcune delle più grandi sfide del nostro tempo potranno trovare una nuova chiave di interpretazione attraverso questa tecnologia.
Lo sviluppo di nuove competenze da parte dei bibliotecari è quindi fondamentale, sia per diffondere una nuova consapevolezza nelle comunità di riferimento, sia per generare e utilizzare nuovi servizi a supporto dell’organizzazione e della promozione delle pratiche del leggere. 

Fra i temi affrontati ci saranno:  

  • La AI Literacy, per il personale bibliotecario e per la comunità di utenti al fine di sfruttare l’enorme potenziale della tecnologia e promuovere comportamenti sempre più informati, consapevoli, responsabili e sostenibili. 
  • La trasparenza, necessaria tanto nei processi di training dei motori di AI quanto nel ‘labelling’ degli output generati, con riferimento al EU AI Act https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/QANDA_21_1683   
  • I dati e le relative questioni di privacy e di copyright coinvolte nello sviluppo di questa tecnologia. 
  • I diritti degli utenti nel ricevere informazioni chiaramente riconducibili a un processo di AI generativa, e nel potersi difendere da eventuali ‘bias’ cognitivi dell’AI, e i diritti degli autori e dei contributori in generale, in relazione alla possibilità di opt-out dai database di training dell’AI. 

Modera
Alessandro Bollo, Presidente Officina della Scrittura

Tavola rotonda

Ivan Gnesi, Ricercatore CERN e Centro Ricerche Enrico Fermi 

Mitchell Broner Squire, Innovation manager DM Cultura

Deborah De Angelis, Avvocato cassazionista, esperto nelle materie del diritto  d’autore, del diritto dello spettacolo e delle nuove tecnologie

Guido Boella, Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino, cofondatore della Società Italiana per l’Etica dell’Intelligenza Artificiale