testata
RISERVATO ESPOSITORI
EXHIBITORS ONLY


Il Convegno delle Stelline e Bibliostar sono giunti al traguardo della diciottesima edizione, divenendo un appuntamento irrinunciabile e un'occasione importante di aggiornamento, informazione e incontro per i bibliotecari italiani.

Il tema scelto per l'edizione 2013 risulta di particolare attualità e presenta numerosi aspetti di novità. Il convegno, che si svolge nei giorni 14-15 marzo presso la Fondazione Stelline di Milano, ha come titolo "BIBLIOTECHE IN CERCA DI ALLEATI. Oltre la cooperazione, verso nuove strategie di condivisione". L'intento è di guardare oltre le tradizionali forme di cooperazione interbibliotecaria, per approdare a nuove strategie e percorsi di condivisione che rendano partecipi del progetto della biblioteca la pluralità di attori con i quali essa si trova necessariamente a relazionarsi.

È un processo di condivisione che deve vedere come primi protagonisti e alleati gli utenti per arrivare a coinvolgere i cittadini, le comunità di riferimento e i numerosi interlocutori con cui la biblioteca interagisce sul territorio, nelle università, nei circuiti della comunicazione scientifica, nel sistema delle istituzioni della memoria e della cultura, nella scuola, nella filiera del libro e dell'informazione, nella rete dei servizi sociali e del volontariato. Una strategia che punti a rendere gli altri attivamente partecipi del progetto della biblioteca, sviluppando al tempo stesso da parte della biblioteca una propensione a condividere il progetto degli altri in una logica di integrazione e di arricchimento reciproco.

Fra i temi di fondo la riflessione sul passaggio dal paradigma dell'accesso al paradigma della condivisione, un cambiamento radicale di prospettiva di cui avevamo avuto alcuni assaggi lo scorso anno nella teleconferenza con David Lankes e che il convegno intende approfondire.
Sarà anche l'occasione per affrontare il tema altrettanto innovativo del passaggio dalla biblioteconomia gestionale alla biblioteconomia sociale, da cui discendono metodologie e strumenti in grado di trasformare le biblioteche in produttrici e moltiplicatrici di welfare, definendone il ruolo quali luoghi deputati alla costruzione e all'accesso della conoscenza come bene comune.
Particolare rilevanza assumono pertanto, nell'economia del convegno, i temi riferibili alla valenza sociale della biblioteca e gli approfondimenti sulle strategie della biblioteca per creare partecipazione e mobilitazione delle risorse organizzate e spontanee presenti nelle comunità di riferimento. Lo stesso ricorso al fund raising sarà oggetto di una rivisitazione e di una proposta che intende rilanciarlo non solo come strumento di recupero dei finanziamenti, ma come strategia per la costruzione di reti sociali e di partecipazione attiva. In questo contesto si colloca anche lo spazio che affronterà il tema per molti aspetti innovativo della mappatura della città e dei suoi percorsi, così come i temi della capacità di ascolto e di facilitazione.

Un'attenzione particolare è riservata alla Rete e ai social network come strumenti di condivisione e al ruolo che la biblioteca può esercitare nella ricerca di alleanze digitali nell'ambito dei processi di lettura e di diffusione della conoscenza.
Una sessione è interamente dedicata alle biblioteche universitarie con il proposito di elaborare e declinare un progetto di condivisione e di alleanze, a partire da alcune ipotesi di potenziamento del loro ruolo nel rapporto con la didattica e la ricerca. Sarà anche l'occasione per approfondire il confronto con l'editoria scientifica, orientandolo non solo sugli aspetti della contrattazione ma soprattutto sulle concrete possibilità di lavorare a un comune progetto di sviluppo che metta a frutto i rispettivi background, ridefinendo i diversi ruoli e posizionamenti nella filiera della comunicazione scientifica. Tra i temi trattati, la valutazione dei riflessi in ambiente sociale di soluzioni innovative che assegnino un ruolo attivo alle biblioteche accademiche nella gestione degli open data. Nondimeno il ruolo delle biblioteche universitarie verrà considerato, sulla base di casi ed esperienze consolidate, per la capacità di trasferire il sapere bibliografico-documentale all'esterno in un rapporto con la scuola, il territorio e le altre tipologie di biblioteche.

Non poteva mancare in un convegno che vuole guardare oltre i confini tradizionali della cooperazione una sessione dedicata all'evoluzione dei modelli di cooperazione con particolare attenzione ai progetti internazionali. In questo contesto prende forma anche il confronto tra bibliotecari, grandi editori internazionali e importanti network per evidenziare i termini e i contenuti della dialettica cooperazione/competizione nell'intreccio tra circuiti del sapere commerciali e non commerciali.

Il tema della condivisione richiama di necessità quello della convergenza e dell'interoperabilità, terreni sui quali hanno cominciato a misurarsi alla ricerca di linguaggi e pratiche comuni le istituzioni della memoria. Sull'onda dei recenti stati generali delle professioni dei beni culturali, si è ritenuto dunque fondamentale prevedere una sessione dedicata alle possibili convergenze tra biblioteche, archivi e musei, privilegiando in questo contesto la ricerca di modelli e di esperienze di integrazione.

Il confronto e la ricerca di progetti condivisi con gli editori in ambiente digitale sarà, infine, oggetto di una iniziativa curata da EDITECH sul rapporto tra editoria accademica e Open Access.

Come sempre fanno da corollario alle sessioni del convegno numerose iniziative collaterali, presentazioni, seminari, incontri, workshop aziendali che contribuiscono ad arricchire e integrare il programma.
News



  In collaborazione con:   Con il contribuito di:
Regione Lombardia. Istruzione, formazione e cultura Provincia di Milano - Cultura  Comune di Milano- Biblioteche Biblioteche oggi. Mensile di informazione e dibattito   AIB (Associazione Italiana Biblioteche) AIE Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori Biblioteca Europea di Informazione e Cultura Fondazione Stelline Associazione Biblioteche oggi   Thomson Reuters - Science Springer Springer
 
Sony Global - Sony Group Brand Message "make.believe"