home programma espositori e workshop come raggiungerci alberghi contatti
home
 
Sala principale   Sessioni parallele   Incontri e seminari
 
AIE
 
GIOVEDÌ 15 MARZO ORE 14.30-18.00 Sala Leonardo

pallino bianco Gestione dei metadati e servizi per l'accesso
A cura dell'Associazione italiana editori
 
Nell'odierno scenario digitale, l'accesso ai contenuti e alle informazioni è un tema chiave per garantire il futuro sviluppo economico e culturale della nostra società. L'industria editoriale si sta muovendo da tempo verso la dematerializzazione dell'offerta culturale proponendo in misura sempre maggiore contenuti in formato digitale e lungo la stessa direzione si muovono biblioteche e istituzioni culturali.
Tuttavia questi sforzi da soli non sono sufficienti. Senza servizi, anch'essi digitali, che supportino e facilitino l'accesso da parte di tutti i cittadini, i contenuti non rimangono altro che monadi isolate in un universo di bit.
Ecco che qui i metadati e gli standard possono venirci in soccorso, come sottolineato da tutti gli interventi di questa sessione.
È grazie all'aggregazione di metadati di qualità da fonti diverse che il sistema ARROW supporta le biblioteche nella ricerca diligente e nell'ottenere i necessari permessi per digitalizzare e mettere a disposizione contenuti tutelati da diritti d'autore.
È sullo scambio di metadati che si basa la "big idea" della Linked Content Coalition per favorire la creazione di una infrastruttura standard per la comunicazione automatizzata dei diritti in digitale.
Ed è ancora grazie ai metadati che il Progetto LIA potrà garantire ai cittadini non vedenti e ipovedenti che gli e-book proposti sul mercato rispettano tutti i requisiti di accessibilità definiti a livello internazionale.
E sono sempre i metadati che andranno ad arricchire Europeana affinché possa proporre l'intero patrimonio culturale europeo, incluso quello contemporaneo, e valorizzarlo al meglio esponendolo come "linked data", come previsto in Linked Heritage.
Senza dimenticare che un'appropriata identificazione di tutte le parti del discorso è indispensabile onde evitare che un'efficiente comunicazione digitale tra macchine si trasformi in un vuoto chiacchiericcio.
Tutti questi esempi dimostrano anche l'importanza di collaborazione e sinergie tra pubblico e privato, tra industria e istituzioni culturali, tra editori e biblioteche, senza le quali non ci sarebbe successo, ma nemmeno accesso.

Coordina: Piero Attanasio (Associazione italiana editori)

Relatori:
* gli interventi saranno in lingua inglese. È prevista la traduzione simultanea

 

  Sala principale Sessioni parallele Incontri e seminari