testata


 
Foto di Luisa Marquardt
Luisa Marquardt

Università di Roma 3
Information Literacy e scuola: una storia che viene da lontano



Negli ultimi anni l'information literacy (IL) riscuote nel mondo bibliotecario un'attenzione crescente, testimoniata dalla costituzione di gruppi di lavoro e numerose iniziative al riguardo. Anche il bando dell'Azione #24 del PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale) si propone l'elaborazione di "standard e linee guida per permettere alle scuole di innescare processi di innovazione nel campo dell'Information Literacy" e invita le biblioteche delle scuole a un rinnovato impegno per creare o migliorare le condizioni per apprendere le competenze informative e digitali. L'intervento si sofferma sull'educazione all'information literacy intesa come un aspetto dell'educazione alla ricerca quale strategia didattica, un approccio databile dalla fine degli anni '60 del secolo scorso grazie a De Bartolomeis e al suo schema-matrice che ha ispirato modelli strutturati di un processo di ricerca; presenta un excursus dei contributi teorici e pratici dell'IL nelle biblioteche scolastiche italiane e, a scopo esemplificativo, presenta alcune esperienze significative, quale utile base di riflessione per ulteriori sviluppi.
 

 
Luisa Marquardt (M.Ed.; M.LIS; M.e-L) si divide tra il mondo della scuola (ITAS Garibaldi, Roma), quello dell'università quale docente di Bibliografia e Biblioteconomia presso l'Università "Roma Tre" (presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dall'A.A. 2002-03 - http://sde.uniroma3.it/BachecaDocente.aspx?code=024885 - e, dall'A.A. 2016-17, presso il Dipartimento di Studi Umanistici) e quello delle biblioteche, occupandosi in particolare, dalla fine degli anni '70, di biblioteche scolastiche, nonché di formazione e aggiornamento in tale ambito. è attivamente coinvolta in associazioni bibliotecarie (AIB, IFLA, IASL, CNBA ecc.), che promuovono e sostengono la professione bibliotecaria nei diversi contesti, e in associazioni culturali (Forum del Libro, OPAM ecc.) che promuovono la lettura e l'alfabetizzazione.
Partecipa a gruppo di lavoro e di ricerca.
Ha tradotto il Manifesto Ifla-Unesco per le biblioteche solastiche e curato e promosso l'edizione italiana delle varie linee guida Ifla per le biblioteche scolastiche (AIB 1995, 1998, 2004); coordinato, con Dianne Oberg, il progetto Ifla/IASL Global perspectives on School Libraries; contribuito all'elaborazione delle nuove Linee guida Ifla per le biblioteche scolastiche (2015; ed. ital. in corso di stampa). Già consulente del Caspur (ora Cineca) e del Formez, collabora con il Goethe-Institut Italien. Dirige la "Biblioteca Statuario" (http://bibliostatuario.wordpress.com) facente parte di SBN.
Riconoscimenti e incarichi: IASL Award for School Librarianship (2008); Director Europe for the IASL (2009-2016); Elected Member of the IFLA School Library Section (2017-2019); Member of the IASL-IFLA Joint Steering Committee; Member of IFLA ENSSULIB.


News




Per essere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter
 
    In collaborazione con:
Regione Lombardia. Istruzione, formazione e cultura Comune di Milano - Biblioteche Biblioteche oggi. Mensile di informazione e dibattito   AIB (Associazione Italiana Biblioteche) United States Embassy to Italy Goethe Institut Mailand Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori AIE Biblioteca Europea di Informazione e Cultura GIDIF-RBM avi Fondazione Stelline