testata


 
Foto di Paola Castellucci
Paola Castellucci

Sapienza Università di Roma
Dal laboratorio alla biblioteca: cittadinanza scientifica in un mondo open



Il Movimento Open Access ha trovato nelle biblioteche l'ambiente privilegiato per la diffusione dei suoi principi basati sulla necessità di condivisione della conoscenza nel pieno rispetto dell'etica della scienza. La biblioteca offriva in tal senso una tradizione centenaria. Se un ambiente di ricerca come il laboratorio era destinato esclusivamente alla comunità scientifica, anzi alle scienze "dure", viceversa la biblioteca ha sempre incluso un pubblico più ampio, e crescendo con il pubblico l'ha fatto crescere, e nel contempo è cresciuta. Lo spostamento di luoghi dal lab alla lib è la conseguenza di un cambiamento profondo, epocale, nel riconoscimento degli "aventi diritto" alla cittadinanza scientifica. Un segnale innanzi tutto: l'effettiva presenza dei server di repository in biblioteche più che in laboratori, e affidati alla cura e all'advocacy dei bibliotecari. Il che, a sua volta, significa porre al centro del dibattito epistemologico contemporaneo le discipline umanistiche. Il legame politico, culturale, tra biblioteche e Movimento Open Access verrà ricostruito attraverso alcuni esempi significativi, alcune "storie esemplari": dall'evoluzione della banca dati Medline in PubMed; dalla vicenda dell'Olio di Lorenzo a GenBank.
 

 
Insegna Documentazione e Teoria e Storia dell'informazione presso il Dipartimento di Lettere e Culture Moderne, Università di Roma "La Sapienza".
Gli interessi sviluppati nel periodo di formazione sia in ambito umanistico (IV ciclo Dottorato in Scienze letterarie) che tecnologico (borse di studio CNR-ISRDS, prof. P. Bisogno; Accademia dei Lincei, prof. G. Careri) si sono rivolti negli anni in particolare ad alcune linee di ricerca: banche dati e politica dell'accesso (Carte del nuovo mondo: banche dati e Open Access, il Mulino, 2017); storia culturale dell'informatica (Dall'ipertesto al Web. Storia culturale dell'informatica, Laterza, 2009). Le ricerche in corso riguardano inoltre: compiti disciplinari e progetti politici della Documentazione (di prossima pubblicazione, con Sara Mori, una monografia su Suzanne Briet); convergenze tra testualità digitale e letteratura postmoderna; gli algoritmi per il recupero dell'informazione tra efficienza/eticità/narrazione.


News




Per essere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter
 
    In collaborazione con:
Regione Lombardia. Biblioteche e archivi Comune di Milano - Biblioteche Biblioteche oggi. Mensile di informazione e dibattito   AIB (Associazione Italiana Biblioteche) United States Embassy to Italy Goethe Institut Mailand Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori AIE Biblioteca Europea di Informazione e Cultura GIDIF-RBM avi Fondazione Stelline